Spedizioni gratuite sopra 250,00

Contattaci allo 055210031

Sku: K03059

SCHUBERT - Late Piano Pieces D817 D915 D946

Venditrice BARENREITER
Prezzo €11,20
Prezzo di vendita €11,20 Prezzo
Vendita Venduto
Prezzo unitario
/per 
Tasse incluse.
Casa Editrice:
Autore:
Testo pre -ordine
  • TITOLO: Late Piano Pieces D817 D915 D946
  • AUTORE: Franz Schubert
  • CASA EDITRICE: Barenreiter
  • CODICE: BA 9634
  • ISMN: 9790006542260
Contenuto

Dopo le nuove pubblicazioni incise dei “Moments Musicaux” (BA 9647) e degli “Impromptus” (BA 9648) di Schubert, le ultime opere per pianoforte del compositore sono ora pubblicate in un’edizione Urtext critica dal punto di vista accademico che soddisferà le esigenze degli esecutori di oggi. La popolare “Ungarische Melodie” D 817 di Schubert, ispirata alle melodie gitane, fu composta nel 1824; il suo “Allegretto in do minore” D 915 fu scritto nella primavera del 1827; poco più tardi, al più tardi nel 1828, scrisse anche i suoi “Drei Klavierstücke” D 946, che nella forma sono strettamente legati ai suoi “Moments Musicaux”.

In questa edizione sono inclusi suggerimenti sulla pratica esecutiva, sui giri di pagina ottimali e sulla diteggiatura che prendono in considerazione gli aspetti essenziali della pratica esecutiva dell'epoca di Schubert, nonché l'esecuzione sui moderni pianoforti da concerto.

Basato sull'Urtext della “Nuova edizione Schubert”
Edizione Urtext appena incisa con giri di pagina ottimali
Con diteggiatura e informazioni sulla pratica esecutiva (ger/eng)
Prefazione approfondita (Tedesco/Ita) e commento critico (Ita)

Contenuti
Ungarische Melodie (melodia ungherese) D 817
Allegretto in do minore D 915
Drei Klavierstücke (Tre pezzi per pianoforte) D 946

Mario Aschauer ha studiato pianoforte, strumenti storici a tastiera, direzione d'orchestra e musicologia a Linz, Salisburgo e Vienna. Si esibisce come solista e musicista da camera con, tra gli altri, il “Calamus-Consort” austriaco e ha sviluppato un ampio repertorio al fortepiano, cembalo e organo. Mario Aschauer è collaboratore della “Nuova Edizione Schubert” dal 2008 ed è docente presso l'Università di Vienna. Nella sua ricerca si concentra sulla pratica esecutiva storica della musica colta europea dei secoli XVII e XIX.